S.O.L.E. (Self Organized Learning Enviroment) Italia

METODOLOGIA DIDATTICA

S.O.L.E. (Self Organized Learning Enviroment) Italia

Il progetto nasce dalla visione della conferenza vincitrice del TED Prize 2013. Le modalità sono similari: massima responsabilità ai partecipanti la sessione che divisi in piccoli gruppi decidono chi fa cosa, con chi si lavora e fanno ricerca attraverso lap top o tablet, oppure dialogando fra di loro, per rispondere alla grande domanda che gli viene posta ad inizio sessione. inoltre vari esperti

Target del progetto

Il terget è molto ampio: in teoria va dagli 8 anni (per avere la capacità di digitare del testo sul computer), ai 12/13 anni, In questi anni SOLE è stato utilizzato in scuole superiori, in scuole serali in carcere e nel terzo mondo. Con differenziazioni date dalle capacità e dalle autonomie del gruppo preso in considerazione, Il progetto ha un ottimo impatto su studenti con buon rendimento c


Livello di scuola

Elemetare, medie, superiori


Aspetti innovativi

Si definisce "school in the cloud" proprio perchè utilizza primariamente internet per le ricerche. inoltre, seguendo le ricerche sul campo fatte negli ultimi anni, responsabilizza i partecipanti senza il timore del voto finale ma incentivandoli a scoprire e a porsi domande senza che necessariamente portino a risposte univoche. La bellezza del metodo S.O.L.E. sta proprio nella sua meravigliosa ban


Benefici per la scuola

Credo siano troppi 400 caratteri per scrivere che il metodo SOLE renderebbe la scuola aderente al ruolo che dovrebbe avere: preparate i giovani ad affrontare il futuro e non a riempire di nozioni persone che oggi hanno, volenti o nolenti, a partire da giovanissimi, lo scibile in tasca. Il beneficio per la scuola è che l'insegnante non è più dispensatrice di saggezza ma parte integrante di un pr


Il team

Teresa Di Leo (psicologa)
Kitty Frank (Granny cloud)

Fondazione Agnelli
PER INFORMAZIONI

up4school@talentgarden.it

Copyright © 2017. All Rights Reserved